Logo
Federazione Nazionale
Agricoltura
- CHI SIAMO
- CONTATTI
- SEDI
Giovedě 21 Gennaio 2021

click 33 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

08/01/2021 - LEGGE DI BILANCIO 2021: OLTRE 1 MILIARDO PER L’AGRICOLTURA

Nella Legge di Bilancio 2021 approvata definitivamente il 30 dicembre scorso, sono stati stanziati per il comparto agricolo circa 1 miliardo di euro.

Risorse destinate al potenziamento delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura, ma anche destinate a dare “rinnovato slancio alle imprese condotte da imprenditrici agricole e alle start up giovanili per favorire il radicamento delle nuove generazioni in agricoltura e la crescita e lo sviluppo delle imprese condotte da donne”, come affermato la stessa ministra Bellanova.

Si conferma l’esenzione Irpef per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli anche per il 2021, il rifinanziamento del Fondo di solidarietà per gli interventi assicurativi, il rifinanziamento del Programma triennale della pesca e dell’acquacoltura, la proroga del bonus verde.

Facendo seguito all’azione avviata con i decreti Cura Italia e Rilancio, si delinea l’attuazione del Fondo Emergenze Alimentari con un investimento per il 2021 di ulteriori 40 milioni, come misura per far fronte alle fragilità sociali e alimentari; sostenere il diritto al cibo di qualità per tutti con particolare attenzione alla qualità dell’alimentazione neonatale e infantile; contrastare lo spreco alimentare; sostenere la filiera agroalimentare con l’acquisto di prodotti italiani di qualità e per la tutela reddituale delle lavoratrici e dei lavoratori del settore.

Ulteriori misure previste dalla Legge di Bilancio 2021 riguardano lo sviluppo di tutta la filiera agricola con lo stanziamento di un Fondo destinato alla promozione e alla competitività in un’ottica di miglioramento della qualità produttiva e incremento di livelli di occupazione. Si confermano e si rafforzano gli investimenti per le infrastrutture irrigue, l’agricoltura di qualità, il contrasto al dissesto idrogeologico e la tutela di beni non rinnovabili come aria, acqua, suolo.

Per il Segretario Generale della Fna-Confsal Cosimo Nesci “è fondamentale dare il giusto peso alla filiera agricola, apportare miglioramenti e pensare a misure idonee che possano dare il dovuto slancio alle imprese italiane in questo nuovo anno. Gli aiuti per far fronte alla pandemia, così come sono stati delineati nel corso del 2020, sono stati importanti, ma la politica del sostegno deve essere sostituita con la politica dello sviluppo, dell’innovazione tecnologica, degli investimenti sia strutturali che sui lavoratori, che fanno del settore agricolo la produzione primaria del nostro Paese. Più volte in questo passato anno abbiamo denunciato le iniquità espresse dai Decreti urgenti emanati dal Presidente Conte, circa i mancati riconoscimenti delle giuste misure a sostegno degli operai agricoli, come il garantire loro– in aggiunta agli effettivi giorni di lavoro prestati nel corso dell’anno – un numero di giornate utili al conseguimento delle stesse prestazioni previdenziali del 2019. Iniquità queste inaccettabili e che auspichiamo non dover più sottolineare”.

Di seguito alcune delle misure previste dalla Legge di Bilancio 2021 per il settore specifico:

•Incentivi alle assunzioni: le agevolazioni per le assunzioni sono riservate ai coltivatori diretti e IAP (under 40) che tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2021 risultano iscritti alla previdenza agricola, prevede nello specifico un bonus agricoltori 2021 ovvero uno sgravio contributivo del 100% per 2 anni.

•Per il 2020 è prevista la proroga esenzione IRPEF per i redditi dominicali e agrari, misure destinata ai coltivatori diretti e degli imprenditori agricoli professionali.

•Rifinanziamento della misura "Donne in campo": 15 milioni di euro per la concessione di mutui a tasso zero per iniziative volte allo sviluppo e al consolidamento di aziende agricole condotte da imprenditrici attraverso investimenti nel settore agricolo, nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli. Mutui concessi nel limite di 300.000 euro, della durata massima di 15 anni comprensiva del periodo di preammortamento.

•Proroga del bonus che prevede l’agevolazione fiscale per la sistemazione a verde di abitazioni private. Detrazione d’imposta lorda del 36% per una spesa massima di 5.000 euro.

•Trattamento di sostegno al reddito in favore dei lavoratori adibiti alla pesca: 31 milioni di euro per il 2021 per il trattamento di sostegno al reddito, riconosciuto per una durata massima di 90 giorni nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 ed il 30 giugno 2021, per i lavoratori della pesca che hanno subito una sospensione o riduzione dell’attività lavorativa, o una riduzione del reddito, a causa del Covid-19.

•Finanziamento dell’indennità per fermo pesca obbligatorio e non obbligatorio: 19 milioni di euro nel 2021 per l’indennità, pari a 30 euro giornaliere, per ciascun lavoratore dipendente da impresa adibita alla pesca marittima, compresi i soci lavoratori delle cooperative della piccola pesca, in caso di sospensione dal lavoro derivante da misure di arresto temporaneo obbligatorio e non obbligatorio.

•Proroga della concessione della Cassa Integrazione Salariale Operai Agricoli (Cisoa): proroga della possibilità di ricorso alla Cisoa per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica, per un massimo di 90 giorni nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2021 e il 30 giugno 2021.

 

 

| PRIVACY | COOKIES |
Globus Srl