Logo
Federazione Nazionale
Agricoltura
- CHI SIAMO
- CONTATTI
- SEDI
Sabato 16 Ottobre 2021

click 77 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

27/09/2021 - “IL PATTO PER L’ITALIA DEVE ESSERE UN PATTO PER IL LAVORO”

In programma oggi l’incontro di Draghi con le parti sociali. Il focus sarà un Patto per la ripresa con le riforme al centro.

 

Draghi ha un obiettivo ed è quello di conciliare gli interessi dei lavoratori con quello generale del Paese, che, grazie ai 200 miliardi dell’Europa, ha di fronte un’occasione irripetibile: quella di aumentare il potenziale dell’economia e di rendere stabile e duratura la crescita dell’Italia, che si prevede per quest’anno possa raggiungere il +6%.

Per raggiungere questo obiettivo, occorre fare senza indugio le riforme, che avrebbero dovuto essere attuate anni fa e che ora l’Europa ci pone come condizione tassativa per erogare le risorse del Next Generation Eu. Riforme che sono la premessa degli investimenti e che devono puntare alla modernizzazione e allo sviluppo dell’Italia e non alla difesa di interessi corporativi e delle rendite di posizione: parliamo di riforma del fisco, delle pensioni, della scuola, della Pubblica amministrazione, e soprattutto delle politiche attive del lavoro.

“Concordare un protocollo d’intesa per l’attuazione del Recovery Plan sarebbe un primo passo per proseguire verso la ripresa dell’Italia, che necessita oltre alle riforme, anche del coinvolgimento di tutte le parti in causa, sia dei rappresentanti delle imprese che anche dei rappresentanti dei lavoratori” - afferma il Segretario Nazionale FNA-Confsal Cosimo Nesci. “Il focus deve essere la creazione di lavoro stabile soprattutto per i giovani e le donne, le categorie più penalizzate dalla pandemia. E il patto per l’Italia deve essere il patto per la riforma del mercato del lavoro, la riforma degli ammortizzatori sociali e l’attuazione delle politiche attive, senza dimenticare la sicurezza sul lavoro in tempi di covid. Il nostro Paese ha bisogno di avere davanti a sé la realizzazione di un futuro florido dopo questi ultimi due anni di difficoltà e sofferenze”.

| PRIVACY | COOKIES |
Globus Srl