Logo
Federazione Nazionale
Agricoltura
- CHI SIAMO
- CONTATTI
- SEDI
Lunedė 8 Agosto 2022

click 60 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

24/06/2022 - SICUREZZA SUL LAVORO: PUGLIA E BASILICATA VIETANO IL LAVORO DEI BRACCIATI NELLE ORE PIŲ CALDE

Sull'Italia l'Anticiclone Nord-Africano sta facendo registrare temperature oltre la media stagionale e picchi fino a 43°C nelle zone del sud. Un’emergenza climatica che non solo peggiora lo stato di siccità grave in varie zone d’Italia, ma è anche un rischio per la salute dei braccianti, lavoratori all’aperto quotidianamente esposti alle alte temperature di questi ultimi giorni.

I recenti provvedimenti emanati dalla Regione Basilicata e dalla Regione Puglia, prevedono una multa a chi consentirà il lavoro nei campi nelle ore più calde della giornata: in particolare i provvedimenti vietano il lavoro in condizioni di esposizione prolungata al sole nelle ore più calde della giornata, ossia dalle 12,30 alle 16,00 e fino al 31 agosto 2022, e limitatamente ai soli giorni in cui la mappa del rischio "Workclimate", elaborata dall'Inail e dal CNR, segnali un livello di rischio alto.

 ”E’ un atto di civiltà nei confronti dei tanti braccianti agricoli che oltre al duro lavoro della terra sono sotto la morsa delle alte temperature degli ultimi giorni. L'incremento della temperatura, della frequenza delle ondate di calore determina un aumento del rischio di infortuni sul lavoro. Si tratta di sicurezza e la salute dei lavoratori e i datori di lavoro devono prendere le contromisure adeguate a prevenire tali rischi. La manodopera è poca e quella che c’è va tutelata”, ha commentato il Segretario Generale FNA-Confsal Cosimo Nesci.

| PRIVACY | COOKIES |
Globus Srl