Logo
Federazione Nazionale
Agricoltura
- CHI SIAMO
- CONTATTI
- SEDI
Domenica 25 Settembre 2022

click 40 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

31/08/2022 - CRISI ENERGETICA: E UN PROBLEMA CHE NECESSITA DI UN PIANO DI DIFESA EUROPEO

“Bollette impazzite e costi di produzione insostenibili. La crisi energetica sta mettendo a serio rischio tutta la filiera agroalimentare del nostro paese, uno dei comparti più importanti della nostra economia. Il futuro è incerto per le 800 mila aziende del comparto agroalimentare italiano, che rischiano anche la chiusura se non ci saranno misure adeguate. A ciò si accompagna lo spettro di essere invasi di prodotti esteri e di bassa qualità, con conseguenze devastanti per il mercato dei prodotti interni. Gli aumenti dei costi di produzione cascano a valanga nelle tasche degli italiani, con il risultano di svuotare i carrelli della spesa.” Afferma il Segretario Generale FNA-Confsal Cosimo Nesci.

“Condividiamo quanto affermato dal Segretario Generale Confsal Margiotta”, prosegue il Segretario Nesci, “che la questione energetica è un problema di tutta l’Europa e in quanto tale “necessita di un piano di difesa unico incentrato sulla creazione di un fondo dedicato di almeno mille miliardi di euro, stanziati dalla BCE; l’approvvigionamento del gas da parte della commissione europea, come acquirente unico comunitario; la distribuzione del gas così acquisito ai paesi della comunità a un prezzo stabile che tuteli i processi produttivi delle imprese e la vita quotidiana delle famiglie “.

| PRIVACY | COOKIES |
Globus Srl