Logo
Federazione Nazionale
Agricoltura
- CHI SIAMO
- CONTATTI
- SEDI
Giovedý 26 Gennaio 2023
SERVIZI FNA

Questo documento puo' essere utilizzato dagli associati per la stampa e diffusione di materiale informativo (volantini, manifesti)
CIRCOLARI

click 48 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

20/01/2023 - DS AGRICOLA 2023: LE DOMANDE DAL 09 GENNAIO AL 31 MARZO 2023

A PARTIRE DAl 9 GENNAIO E FINO AL 31 MARZO, SARA’ POSSIBILE PRESENTARE

LA DOMANDA DI DISOCCUPAZIONE PER I LAVORATORI AGRICOLI CHE HANNO PERDUTO IL LAVORO.


 

La disoccupazione agricola è un sostegno al reddito erogato dall’INPS su base annuale e a seguito di domanda, a cui hanno diritto gli operai che lavorano in agricoltura, tenuto conto della forte “stagionalità” del comparto, con periodi di picco, come le stagioni delle raccolte, alternati a periodi di pausa come quelli invernali.

I REQUISITI

Per accedere alla prestazione di disoccupazione è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • iscrizione agli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli dipendenti per il 2022 o, in alternativa, saver avuto un contratto a tempo indeterminato per parte del 2022;
  • almeno 2 anni di anzianità contributiva nel settore dell’agricoltura, ovvero nel 2021-2022;
  • almeno 102 giornate di effettivo lavoro nel biennio 2021-2022.

In caso di più datori di lavoro e di contribuzione mista (datore agricolo e datore di altro settore), devono prevalere le giornate presso un datore di lavoro agricolo.

Anche i lavoratori stranieri potranno accedere alla prestazione purché in possesso di permesso di soggiorno non stagionale, anche se assunti con contratto di lavoro a termine.

L’IMPORTO

L’indennità di Disoccupazione Agricola spetta nella misura del:

  • 40% della retribuzione di riferimento per gli operai agricoli a tempo determinato (con contributo di solidarietà del 9% applicabile per massimo di 150 giornate);
  • del 30% della retribuzione effettiva per operai agricoli a tempo indeterminato.

Ricordiamo che a partire dall’anno in corso la Legge di Bilancio 2022 ha esteso il diritto alla Naspi anche agli operai agricoli a tempo indeterminato dipendenti di cooperative e consorzi che trasformano, manipolano e commercializzano prodotti agricoli e zootecnici. L’indennità di disoccupazione spetta per gli eventi avvenuti dal 1° gennaio 2022 e conseguentemente viene meno il diritto per i lavoratori tutelati dalla Naspi di accedere allo strumento specifico per il settore agricolo.

Per maggiori informazioni recati presso un Patronato Epas a te più vicino.

 

 

 

| PRIVACY | COOKIES |
Globus Srl