Logo
Federazione Nazionale
Agricoltura
- CHI SIAMO
- CONTATTI
- SEDI
Lunedì 24 Giugno 2024
SERVIZI FNA

Questo documento puo' essere utilizzato dagli associati per la stampa e diffusione di materiale informativo (volantini, manifesti)
NEWS

click 162 Originale Aumenta Aumenta PDF Stampa Indietro

17/03/2023 - RIFORMA FISCALE: UN FISCO CON MENO TASSE, PIÙ CRESCITA, EQUITÀ PER SOSTENERE MEGLIO I REDDITI MEDIO-BASSI.

In Consiglio dei Ministri arriva la riforma fiscale. Sul tavolo ci sono importanti novità fiscali per famiglie e imprese, il cui obiettivo è di avere un fisco con meno tasse, più crescita, equità. Al centro del lavoro del Governo c’è l’obiettivo di rilanciare l'economia, incoraggiare gli investimenti e l'impresa, e assicurare maggiore benessere ai lavoratori e un aumentato potere d’acquisto.

La riforma fiscale sul tavolo del Governo ha tre principi cardine: riduzione della pressione fiscale, un nuovo rapporto fra lo Stato e il contribuente che non sia più vessatorio ma collaborativo e una lotta all'evasione fiscale. Un focus importante della delega fiscale è la revisione del sistema di imposizione sui redditi delle persone fisiche, il cui obiettivo è la riduzione del numero di aliquote Irpef e la riduzione del carico fiscale per tutti i contribuenti, con particolare attenzione ai redditi medio bassi e tenendo conto della composizione del nucleo familiare.

La riforma parte dalla revisione dell'Irpef, con la riduzione delle aliquote da 4 a 3: le due ipotesi sono 23%, 27% e 43% o 23%, 33%, 43%. L’obiettivo finale del Governo è giungere ad una imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali, cosiddetta flat tax che sarà legata all’incremento del reddito registrato nell’anno in cui si pagano le tasse rapportato al picco di guadagno del triennio precedente.

Per le imprese arriva la nuova Ires a due aliquote per far pagare di meno chi più assume ed investe; si punta poi al graduale superamento dell'Irap con priorità per le società di persone, gli studi associati e le società tra professionisti.

“Ogni governo che si succede vuole dare la propria impronta al sistema fiscale italiano, che sappiamo necessita di correzioni e miglioramenti. La complessiva rilettura del sistema pensato dal Governo in carica ha l'obbiettivo di ridurre il carico fiscale sul lavoro e i lavoratori, con la riduzione del numero di aliquote e l’accantonamento dell'Irap. E’ fondamentale questo punto per ridare potere d’acquisto ai cittadini lavoratori e sostenere l’incremento delle assunzioni e degli investimenti, decisivi per portare la nostra economia in crescita. Va detto però che la riduzione delle aliquote va pensata per sostenere meglio i redditi medio-bassi, in luce di quello status di stallo che gli stipendi dei cittadini stanno subendo a fronte del continuo incremento dell’inflazione”, il commento del Segretario Generale Nazionale Fna-Confsal Cosimo Nesci.

| PRIVACY E COOKIE POLICY |
Globus Srl